Fondo complementare aree sisma 2009 – 2016. Bando B1.3.A – Nascita, sviluppo, consolidamento, iniziative micro imprenditoriali e per l’attrazione e il rientro di imprenditori

Fondo complementare aree sisma 2009 – 2016. Bando B1.3.A – Nascita, sviluppo, consolidamento, iniziative micro imprenditoriali e per l’attrazione e il rientro di imprenditori

 

Chi può presentare domanda

Possono presentare domanda le micro e piccole imprese (anche da costituire) con sede operativa in uno dei seguenti comuni:

 

Marche

Provincia di Ancona: Cerreto d’Esi – Fabriano

Provincia di Ascoli Piceno: Acquasanta Terme – Appignano del Tronto – Arquata del Tronto – Ascoli Piceno – Castel Di Lama – Castignano – Castorano – Colli del Tronto – Comunanza – Cossignano – Folignano – Force – Maltignano – Montalto delle Marche – Montedinove – Montegallo – Montemonaco – Offida – Palmiano – Roccafluvione – Rotella – Venarotta

Provincia di Fermo: Amandola – Belmonte Piceno – Falerone – Massa Fermana – Monsapietro Morico – Montappone – Montefalcone Appennino – Montefortino – Montegiorgio – Monteleone di Fermo – Montelparo – Monte Rinaldo – Monte Vidon Corrado – Ortezzano –  Santa Vittoria in Matenano – Servigliano – Smerillo

Provincia di Macerata: Apiro – Belforte del Chienti – Bolognola – Caldarola – Camerino – Camporotondo di Fiastrone – Castelraimondo – Castelsantangelo sul Nera – Cessapalombo – Cingoli – Colmurano – Corridonia – Esanatoglia – Fiastra – Fiuminata – Gagliole – Gualdo – Loro Piceno – Macerata – Matelica – Mogliano – Monte San Martino – Montecavallo – Muccia – Penna San Giovanni – Petriolo – Pieve Torina – Pioraco – Poggio San Vicino – Pollenza – Ripe San Ginesio – San Ginesio – San Severino Marche – Sant’Angelo in Pontano – Sarnano – Sefro – Serrapetrona – Serravalle del Chienti – Tolentino – Treia – Urbisaglia – Ussita – Valfornace (frazioni Fiordimonte e Pievebovigliana) – Visso

 

Abruzzo

Provincia de L’Aquila: Acciano – Barete – Barisciano – Bugnara – Cagnano Amiterno – Campotosto – Capestrano – Capitignano – Caporciano – Carapelle Calvisio – Castel Del Monte – Castel di Ieri – Castelvecchio Calvisio – Castelvecchio Subequo – Cocullo – Collarmele – Fagnano Alto – Fontecchio – Fossa – Gagliano Aterno – Goriano Sicoli – L’Aquila – Lucoli – Montereale – Navelli – Ocre – Ofena – Ovindoli – Pizzoli – Poggio Picenze – Prata d’Ansidonia – Rocca di Cambio – Rocca di Mezzo – San Demetrio ne’ Vestini – San Pio delle Camere – Sant’Eusanio Forconese – Santo Stefano – Scoppito – Tione – Tornimparte – Villa Sant’Angelo – Villa Santa Lucia.

Provincia di Teramo: Arsita – Campli – Castelcastagna – Castelli – Civitella del Tronto – Colledara – Cortino – Crognaleto – Fano Adriano – Isola del Gran Sasso – Montorio al Vomano – Penna Sant’Andrea – Pietra Camela – Rocca Santa Maria – Teramo – Torricella Sicura – Tossicia – Valle Castellana

Provincia di Pescara: Brittoli – Bussi – Civitella Casanova – Cugnoli – Farindola – Montebello – Popoli – Torre dei Passeri

 

Umbria

Provincia di Perugia: Cascia – Cerreto di Spoleto – Monteleone di Spoleto – Norcia – Poggiodomo – Preci – Sant’Anatolia di Narco – Scheggino – Sellano – Spoleto – Vallo di Nera

Provincia di Terni: Arrone – Ferentillo – Montefranco – Polino

 

Lazio

Provincia di Rieti: Accumoli – Amatrice – Antrodoco – Borbona – Borgo Velino – Cantalice – Castel Sant’Angelo – Cittaducale – Cittareale – Leonessa – Micigliano – Poggio Bustone – Posta – Rieti – Rivodutri

 

e dispongano di almeno un bilancio approvato e depositato.

Sono escluse le imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura, nel settore delal produzione primaria dei prodotti agricoli e nel settore finanziario e assicurativo.

 

 

PROGETTI IMPRENDITORIALI

 

Iniziative ammissibili

Nuove iniziative imprenditoriali o sviluppo di attività imprenditoriali o libero professionali da parte di micro e piccole imprese costituite nei settori:

a) produzione manifatturiera,

b) trasformazione dei prodotti agricoli,

c) fornitura di servizi,

d) attività turistiche e sportive,

e) commercio, limitatamente all’e-commerce in tutti i territori di intervento della misura, nonché agli esercizi di vicinato aventi una superficie di vendita non superiore a 150 mq localizzati nei Comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti.

Dimensione del progetto

Per le imprese da costituire o costituite da non oltre 12 mesi, l’investimento minimo ammissibile è pari ad € 40.000, quello massimo è pari ad € 250.000.

Per le imprese da costituite da oltre 12 mesi, l’investimento minimo ammissibile è pari ad € 40.000, quello massimo è pari ad € 400.000.

 

Spese ammissibili

  1. Opere murarie ed assimilate (max 50% investimento)
  2. macchinari, impianti e attrezzature e strumenti nuovi di fabbrica;
  3. programmi informatici, servizi ICT;
  4. brevetti, licenze e immobilizzazioni immateriali (max 40% investimento);
  5. consulenze specialistiche e spese di costituzione (max 20% investimento);
  6. altre spese immateriali (max 5% investimento).

Agevolazioni concedibili

80% a fondo perduto in caso di linea “Avvio” (non oltre 12 mesi o da costituire)

50% a fondo perduto in caso di linea “Sviluppo” (oltre 12 mesi)

Per la linea Avvio, è prevista una maggiorazione del 10% nei casi in cui oltre il 50% dei soci sia rappresentato da:

  • 1) disoccupati di lunga durata;
  • 2) donne inattive;
  • 3) soggetti residenti in territori diversi da quelli rientranti nei crateri sismici 2009 e 2016, al fine di incentivare il trasferimento nelle aree dei crateri sismici del Centro Italia ed incrementare il numero dei residenti nell’ambito delle stesse;

Per la linea Sviluppo, è prevista una maggiorazione del 10% nei casi in cui si posseggano entrambi questi requisiti:

  • – essere già operanti nei territori del Comuni dei crateri sismici del Centro Italia 2009 e 2016 alla data del 18 gennaio 2017;
  • – avere conseguito un fatturato, nell’annualità precedente alla presentazione della domanda, almeno pari al 50% di quello relativo all’annualità 2019.

 

Le agevolazioni sono concesse in esenzione (art. 28 GBER).

 

Tempo di realizzazione del progetto

Dalla presentazione della domanda (o dalla costituzione della società in caso di presentazione da parte di persone fisiche) fino ad un massimo di 18 mesi dal provvedimento di concessione delle agevolazioni.

 

Modalità concessione agevolazioni

E’ possibile richiedere un SAL per un importo compreso tra il 50% e l’80% della spesa, accompagnato dai relativi documenti di spesa, anche non quietanzati.

Vanno comunque dimostrati, sia in fase di SAL che di rendiconto finale, pagamenti di altre spese di gestione o di investimento non afferenti il programma, per un importo equivalente a quello presentato in fase di SAL o rendiconto.

 

Procedure di valutazione e scadenza

La domande saranno oggetto di una procedura valutativa (a sportello per le imprese danneggiate dal sisma). Le domande possono essere presentate dal 15 settembre 2022 fino al 14 ottobre 2022 (chiusura sportello) o 31 ottobre 2022 (chiusura procedura a graduatoria).

Per informazioni relative alle condizioni di assistenza e consulenza alla presentazione e gestione della domanda di contributo, è possibile contattare lo 071.203767 o inviare una mail a: info@ifsrl.it